Le diete: quale scegliere per stare in buona salute?

Salve a tutti.
Parliamo oggi di diete, argomento che, dopo ogni periodo di festa, è sicuramente di attualità. Lo scopo di questo articolo è soprattutto di mettere ordine in tutte le informazioni che si possono trovare in giro sulla rete, tenendo ovviamente conto dell’autorevolezza del sito web che le pubblica. Le informazioni qui riportate non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici, soprattutto per il fatto che io che scrivo non sono un medico. Per adesso butto giù alcune righe; man mano che incontrerò nuove informazioni in rete amplierò questo articolo.

 

  1. Diete selvagge, pasti saltati, digiuni prolungati risultano sempre più dannosi che efficaci, introducendo scompensi metabolici anche gravi che possono degenerare in vere e proprie patologie.
  2. Una buona dieta è una dieta equilibrata: deve cioè contenere tutti gli elementi nutritivi nelle giuste proporzioni. Gli elementi nutritivi si dividono in carboidrati, proteine e grassi. Ecco la giusta proporzione [fonte:http://www.ministerosalute.it]:
    1. Calorie da carboidrati 55%-65% (di cui un 15% di zuccheri)
    2. Calorie da proteine 10%-15% (equamente divise tra proteine animali e vegetali)
    3. Calorie dai grassi 20%-30% (equamente suddivisi in saturi, monoinsaturi e polinsaturi)
  3. Piramide alimentare motoria Se vogliamo seguire una dieta corretta in modo semplice, è anche utile avere chiara la suddivisione dei cibi in classi a seconda del tipo di nutrienti che contengono. Tali categorie sono: Pasta, pane, patate, riso e cereali (carboidrati); Carne, pesce, uova (proteine animali); Legumi (proteine vegetali);Latte, yogurth e formaggi (proteine di elevata qualità biologica e grassi); Frutta, verdura ed ortaggi (minerali, vitamine e antiossidanti); Condimenti, alcool e dolci (ricchi di grassi) [fonte: http://www.ministerosalute.it]. Le corrette proporzioni dei vari alimenti vengono spesso rappresentate con la piramide alimentare. Ho trovato una bella immagine suwikipedia.
  4. I grassi sono la nostra riserva energetica e non ne possiamo certo fare a meno. Il nostro corpo produce 1kg di grasso ogni 9000 kcal. Se lo scopo è perdere peso, è necessario introdurre meno calorie nell’organismo, e consumare i grassi presenti con una buona attività fisica.
  5. Preferite sempre i grassi vegetali a quelli animali; i grassi animali sono grassi saturi che a temperatura ambiente sono in forma solida, mentre i grassi vegetali insaturi sono in forma liquida. Molti problemi cardiovascolari sono generati da un accumulo di grasso sulle pareti delle vene e delle arterie; risulta evidente che tale accumulo sia più facile con grassi che tendono a presentarsi in forma solida (come i grassi animali). Se controllate le etichette dei vari tipi di olio vedrete che per molti olii vegetali la presenza di grassi saturi è bassa (a parte per gli olii tropicali).
  6. Consumate almeno 5 razioni al giorno di frutta e verdura [fonte: http://www.5aday.com]. I vegetali contengono molte sostanze importanti per il nostro organismo, prime fra tutte le vitamine. Sono un’ottima fonte di sali minerali e sostanze antiossidanti. La cosa più importante è che il nostro organismo deve necessariamente introdurre tali sostanze con l’alimentazione, in quanto non è in grado di sintetizzarle.
  7. Seguite una dieta ricca di sostanze antiossidanti, per prevenire un precoce invecchiamento delle cellule e diminuire la probabilità di malattie anche gravi. [fonte: http://www.my-personaltrainer.it]
  8. Mangiate i legumi insieme ai cereali nello stesso pasto. Le proteine presenti nei legumi e quelle presenti nei cereali sono complementari; consumando insieme i due alimenti si ha un apporto proteico equilibrato e di buon valore nutrizionale. [fonte: http://www.coldiretti.it]
  9. Per una persona in buona salute è consigliato un consumo di circa 30-35 grammi di fibra al giorno, contenuta nella frutta e nella verdura.
  10. Gli acidi grassi polinsaturi (omega 3 e omega 6) non sono sintetizzati dall’organismo e devono essere introdotti con la dieta.
  11. Attenzione ai cibi fritti: gli olii di condimento sottoposti ad alte temperature sviluppano sostanze irritanti e tossiche per l’organismo come i radicali liberi; inoltre la alte temperature deteriorano le vitamine. Molti alimenti, se fritti, assorbono moltissimo del condimento di frittura, facendoci mangiare molto più grasso di quanto non si immagini. [fonte:http://www.ministerosalute.it]
  12. Per perdere peso è necessario riuscire a saziarsi senza introdurre troppe calorie; quindi cercate di preferire quei cibi che saziano molto senza contenere troppe calorie. Generalmente questi cibi sono i cibi integrali e i cibi con un grande contenuto di acqua.
  13. Preferite la cottura al vapore [fonte: http://www.wikipedia.org]: a parte il fatto che si limita l’utilizzo di olio, si ha anche il vantaggio di non far sciogliere le vitamine e i sali minerali nell’acqua che poi viene buttata. Inoltre, utilizzando una pentola a pressione, il quantitativo di acqua da scaldare è minore, e la temperatura deve essere mantenuta per un tempo inferiore… un grande risparmio energetico!
  14. Mangiate una grande varietà di alimenti differenti. Diversificando la dieta non si rischia di escludere importanti sostanze nutritive contenute solo in particolari alimenti. Se provate a leggere questo articolo, noterete che alimenti della stessa categoria come ad esempio i cereali, possono essere molto differenti e tutti altamente validi dal punto di vista nutrizionale.

A parte i link che ho già evidenziato come fonti, vorrei segnalarvi alcuni link che mi sono piaciuti è che possono essere utili per realizzare una dieta equilibrata o per capire quanto sia effettivamente equilibrata la dieta che si sta seguendo:

Ricordate comunque che una buona attività fisica è indispensabile e non deve essere trascurata!

Persone onlne

Abbiamo 8 visitatori e nessun utente online

Cookies e Privacy Policy


Joomla templates by a4joomla