Preparare un viaggio

Come si organizza un viaggio?

Organizzare un viaggio è molto più facile di quanto non si immagini. Sono infatti molto poche le cose da fare e nessuna di queste è difficile.

Per prima cosa bisogna informarsi per il passaporto: deve ovviamente essere valido. Tutte le informazioni necessarie le trovate facilmente chiedendo alla Polizia di Stato. Se ne siete sprovvisti o dovete rinnovarlo, generalmente in tre o quattro settimane dovreste avere il vostro documento in regola. Attenzione che non sia in procinto di scadere... in alcuni stati non vi farebbero entrare; oppure di avere un numero sufficiente di pagine vuote, o vi troverete a non potere entrare in un paese perchè non avete più spazio nel passaporto.

Seconda cosa: i visti. Esistono uffici specializzati che si occupano di darvi tutte le informazioni necessarie e svolgono tutte le pratiche necessarie. Si può comunque sempre telefonare al consolato o all'ambasciata interessate e fare tutto senza intermediari. Muovetevi per tempo.

Terza cosa: le vaccinazioni. All'Ufficio di Igiene si può trovare un reparto adibito alle vaccinazioni internazionali; i medici addetti forniscono tutte le informazioni necessarie ed in poco tempo vi fanno le opportune punture.

Quarta cosa: i soldi. È importante recarsi in banca con un certo anticipo per poter ordinare i traveller's check. Sono il mezzo piuà sicuro per portarsi dietro i soldi; e non fatevi convincere ad utilizzare solo la carta di credito da un qualche impiegato bancario che non essendo capace ad emetterli cerca di convincervi che non ne avete bisogno. 

Leggi tutto: Preparare un viaggio

Preparare un viaggio: dove andare?

Dove andare in viaggio? una scelta non facile

La mia guida nel deserto della GiordaniaA questa domanda dovete rispondere voi (e solo voi). Spesso la scelta puó essere difficile, ma se impariamo a guardarci dentro e ci facciamo poche domande chiave allora quella che poco fa ho definito "scelta" diventerá una conseguenza naturale dei nostri desideri e della nostra personalitá.

Come voglio passare il mio tempo? Su di una spiaggia al pari di una lucertola ? Visitando le varie localitá ma senza mai dovermi preoccupare del lato organizzativo della cosa ? Stile "avventura con pochi soldi" dove fatiche organizzative, imprevisti e massima libertá di movimento sono gli aspetti piú rilevanti ? 
Cosa mi affascina maggiormente? Ci sono molti posti, di cui abbiamo visto soltanto immagini in televisione od in fotografia, che in un modo o nell'altro sono entrate nel nostro cuore. Visitarli, al di lá di tutte le possibili difficoltá, ci appagherá molto di piú di quanto non possa fare un qualunque altro compromesso sulla scelta della destinazione.
Quanto voglio spendre? Questo punto é ovviamente molto importante. Ci sono paesi o singole localitá molto care e quindi meno visitate, altre molto economiche ma per alcuni meno affascinanti. C'é poi da dire che ovunque si vada non c'é limite superiore alla spesa che si puó fare. Io personalmente mi regolo spendendo il meno possibile, fermandomi solo quando spendere meno comporta il rinunciare a qualcosa a cui tengo. Tutto questo fissa lo stile del vostro viaggio; adesso basta osservare una cartina e collezionare informazioni sui vari paesi del mondo. Sicuramente troverete facilmente la vostra meta. 

Leggi tutto: Preparare un viaggio: dove andare?

Preparare un viaggio: i soldi

Come nascondere i soldi

Idee e suggerimenti utili per non trovarsi nei guai

Una semplice premessa

Durante un viaggio i soldi sono una delle cose più importanti che possedete; i documenti possono essere rifatti, i soldi no. È importante mettere in pratica pochi semplici accorgimenti per evitare che imprevisti di varia natura possano mettervi nei guai.

In che forma portare i soldi

Vi sono fondamentalmente tre modi di portarsi appresso il denaro per un viaggio: carta di credito, contanti e traveller's check.

  • La carta di credito: Questo è sicuramente un mezzo semplice e pratico; oramai nella maggior parte dei luoghi dove si viaggia c'è sempre un bancomat dal quale prelevare soldi ad ogni ora, e moltissimi negozi le accettano comunemente. Uno svantaggio è che in caso di furto devi velocemente bloccarla per evitare che i ladri riescano a rubarti un sacco di soldi. Le carte prepagate in parte risolvono il problema, ma all'inizio del viaggio sono comunque cariche di soldi anche quelle. Il problema principale rimane però il fatto che in caso di furto le procedure per farti spedire una copia della carta all'indirizzo estero al quale ti trovi può essere complicato o impossibile.

  • I traveller's checks sono la forma di denaro in assoluto più sicura. Possono essere cambiati solo in banca, mostrando il passaporto e controfirmandoli alla presenza del cassiere. In caso di furto o smarrimento ti vengono immediatamente rimborsati dalla banca dietro presentazione di una denuncia all'autorità locale. I problemi possono insorgere in alcune località quando trovate banche che non vi accettano i vostri traveller's, lasciandovi al verde.

  • Il denaro contante è sempre la più comoda forma di denaro utilizzabile al mondo; raramente l'euro non viene cambiato dalle banche in moneta locale, e se non viene cambiato l'euro allora di sicuro vengono cambiati i dollari. Una certa quantità di denaro contante è importante portarla sempre con se, per ogni evenienza se siete lontani dalla banca. Ovviamente il contante è la forma di denaro più ambita da tutti i ladri, e se li mostrate con troppa disinvoltura rischiate sicuramente di incappare in qualche guaio.

Leggi tutto: Preparare un viaggio: i soldi

Preparare un viaggio: lo zaino da viaggio

Lo zaino da viaggio: un compagno a volte odiato

Dopo alcuni viaggi fatti portandomi dietro ben due zaini, uno grosso da 80-90 litri ed uno piccolo da 30 litri, adesso viaggio solamente con lo zainetto piccolo e portandomi sulle spalle un peso irrisorio.
Certo la cosa puó sembrare strana, soprattutto a chi a provato senza successo a fare stare il suo bagaglio in zaini piú grossi. In realtá credo che il vero problema sia una erronea stima delle necessitá che si avranno durante il viaggio, della possibilitá di reperire all'estero le cose di cui abbiamo bisogno, ma soprattutto un atteggamento mentale un po' troppo poco spavaldo.

Ma perché fare tanta fatica per avere uno zaino tanto piccolo e leggero? Non é esagerato?

In reltá sono stato il viaggiatore piú felice al mondo quando il mio zaino si é incastrato senza problemi sotto il sedile dell'autobus evitandomi di doverlo lasciare sul tetto alla polvere od in un bagagliaio alla mercé di chiunque ad ogni sosta. Senza poi considerare quanto sia piacevole avere sempre tutti i propri averi a contatto visivo, potersi sempre muovere con scioltezza e, non ultimo, evitare quei "malintenzionati" procacciatori di affari che scelgono come bersaglio coloro che, curvi e stanchi sotto il peso dello zaino, sono piú vulnerabili alle loro pressioni.

Vestiario.

Porto pochissime cose, contando sul fatto di lavarmi i vestiti tutti (o quasi) i giorni. Del resto la roba si puó aciugare senza problemi durante la notte. 
Poche magliette (tanto ne compro sempre come souvenir) e soprattutto soltanto vestiti che posso mettere contemporaneamente: in questo modo con pochi indumenti (e poco peso) mi posso vestire a strati e proteggermi in caso di freddo.

Oggettistica.

Sono pochissimi gli oggetti di cui si ha davvero bisogno e per ognuno di essi esiste una versione leggera e compatta. Siate maniacali nel rimpicciolire le cose!

Medicine.

Quando viaggio sono una piccola farmacia ambulante; delle varie medicine scelgo sempre forme farmaceutiche compatte e leggere (generalmente pillole) e lascio a casa le scatole.

Soldi.

Il modo migliore di portare i soldi é quello di usare uno di quei marsupi da tenere nascosti sotto i vestiti. Vi permettono di accorgervi immediatamente se qualcuno sta cercando di derubarvi. É sempre bene non tenere tutto il denaro in un unico posto, perché in caso di furto vi trovate squattrinati. Nascondeteli dove nessuno li possa trovare. Consiglio Traveller's check, che possono essere riconsegnati in caso di furto o smarrimento, per la maggior parte; generalmente mi porto un trenta percento del budget in contanti nell'eventualitá di trovarmi in posti dove le banche non mi cambiano i Traveller's.

Leggi tutto: Preparare un viaggio: lo zaino da viaggio

Cookies e Privacy Policy


Joomla templates by a4joomla