Mezzi di trasporto

Viaggiare vuol dire sicuramente molte cose... ma qualunque sia il nostro viaggio, se fisico prevede necessariamente uno spostamento e quindi un mezzo di trasporto, sia questo un aereo o un paio di scarpe da ginnastica.
Voglio qui scrivere due righe sui vari mezzi di trasporto che nella mia vita ho utilizzato.

Viagiare in aereo: veloce e comodo, ma...

L'aereo è un mezzo di trasporto che prendo estremamente di rado nei miei viaggi, a parte ovviamente il viaggio principale che dalla mia città mi porta nello stato che intendo visitare. L'aereo è sicuramente il mezzo di trasporto più veloce e sicuro, specialmente in quegli stati nei quali il livello si sicurezza dei mezzi terrestri lascia molto a desiderare. Lo svantaggio principale è il costo, che può incidere significativamente sull'economia del viaggio; inoltre si perde parte dello spirito del viaggio se ci si chiude in un aereoporto invece che lanciarsi nella mischia di una affollata e colorita stazione di autobus.
Detto questo, io ho scelto l'aereo quelle volte che avevo necessità di risparmiare un giorno o due per poter visitare dei posti che mi interessavano in modo particolare. Ad ogni modo non bisogna fare l'errore che con la scelta del volo ci si metta al riparo da imprevisti. Provate a leggere, a tal proposito, il racconto intitolato "Volo cancellato!"

 

Viaggiare in treno... che avventura!

Bolivia, treno nel cimitero dei treni

Nei miei viaggi non ho viaggiato molto in treno, un po' per convenienza ed un po' per inclinazione personale. Sul perchè preferisco gli autobus ho scritto qualche riga nella sezione dedicata ad esso. Per quanto riguarda il treno, ci tengo però a rimandarvi ad un mio racconto in merito riguardante il tentativo di prendere un biglietto del treno in Cina intitolato "Un biglietto per Shilin (sud della Cina)". E' il racconto di una piccola disavventura capitatami mentre tentavo di procurarmi un biglietto in una stazione cinese.
Un'aspetto particolare dei viaggi in treno, a cui di solito nessuno pensa, sono le sale d'attesa. Devo dire che mi sono rimaste particolarmente impresse quelle cinesi e quelle indiane.

 

Viaggiare in autobus... che avventura!

India, autobus con persone sul tetto

Di tutte le pagine di questo sito, questa è una di quelle che mi stanno più a cuore, visto che l'autobus è di gran lunga il mezzo di trasporto che preferisco.
In giro per il mondo migliaia di mezzi percorrono ogni giorno centinaia di kilometri nelle condizioni più disparate. Portano persone e merci e collegano anche le più remote loclità.
Personalmente ho viaggiato su questi mezzi per migliaia di kilometri e su ogni tipo di strada. Spesso sono stati l'unico mezzo di trasporto possibile, altre volte li ho scelti a discapito di treni o aerei. Quasi sempre i vantaggi dell'autobus sono legati all'economicità, spesso alla praticità, ma per quanto mi riguarda il vantaggio principale consiste nella tipologia stessa del mezzo di trasporto. Mi piace l'idea di passare in mezzo a villaggi sperduti, magari fermarmici per il pranzo ed osservare la vita in località che difficilmente avrei visitato. Sebbene dal punto di vista della sicurezza lascino spesso a desiderare, soprattutto a causa delle precarie condizioni della strada o delle a volte drammatiche condizioni meccaniche del mezzo, li trovo molto più sicuri per quanto riguarda i malintenzionati. Personalmente non amo i treni a causa del fatto che può salire e scendere chiunque. Certo questo non esclude la possibilità che si verifichino dei furti anche sugli autobus... state attenti!
Ci sono comunque altre ragioni per cui preferisco l'autobus. In ogni paese in cui sono stato, ho potuto vivere piccole o grandi avventure legate a questo mezzo di trasporto, da quando ho viaggiato sul tetto in India, a quando ho viaggiato di notte con il corano cantato a tutto volume in Marocco, a quando ho viaggiato in compagnia di enormi cosce di maiale e secchi di pesci traboccanti d'acqua in Cina. Ogni posto al mondo ha i suoi autobus, provarli significa conoscere un po' più a fondo quella particolare cultura che si sta visitando.

Alcune storielle legate alle mie piccole avventure sugli autobus sono intitolate: "Verso Zhongdian nello Yunnan (sud della Cina)", "Un viaggio interminabile (sud della Cina)"

Traveling by bus... What an adventure!

Of all the pages on this site, this is one of those I most care about, since the bus is by far my favorite means of transport. 
Around the world thousands of buses ride every day hundreds of kilometers in various conditions, bringing people and goods, linking even the most remote locations. 
Personally, I have traveled by bus for thousands of kilometers and on every type of road. They were often the only means of transport possible, other times I liked them more than trains or planes. Almost always they are cheaper, often they are more practical, but for me the main advantage is the bus itself. I like the idea of moving among remote villages, maybe stopping for a lunch and watching life in the places I visited. From the point of view of security they are not the best, mainly because of poor road conditions or dramatic mechanical condition; anyway I find them much safer with regard to the bad guys. Personally I do not like the trains because of the fact that anyone can get on and off. Of course this does not exclude the possibility that thefts occur even on the bus ... be careful! 
There are other reasons why I prefer buses. In every country where I have been, I lived small or large adventures related to this means of transport, when I traveled on the roof of a bus in India, or when I traveled by night with the Koran sung at full volume in Morocco, or when I traveled in company with huge hams and dried fish overflowing of water in China. Every place in the world has its own bus, try them means knowing a little deeper that particular culture and country you are visiting.


Camminare in viaggio: lento, scomodo, ma...

 

Camminare è sicuramente la forma di spostamento più faticosa e lenta; ma proprio la su lentezza permette di entrare in contatto con il mondo che ci circonda. non ci sono barriere, finestrini, sportelli o quantaltro a separarci dal mondo. Camminando non siamo spettatori di un bel film che scorre nel finestrino, ma siamo protagonisti diretti della nostra relazione con le cose e le persone che ci circondano. Camminando abbiamo poi la possibilità di scegliere quando sostare, quando fermarci in un negozio, quando fare qualunque cosa ci piaccia fare. Se dovete spostarvi e potete farlo a piedi... approfittatene!

 

Cookies e Privacy Policy


Joomla templates by a4joomla